Insolite sparizioni

Insolite sparizioni

di Marino Milella

I personaggi di questo romanzo sono la fotografia esatta di tipi umani molto diffusi nella nostra epoca e nel nostro paese: politici ed ecclesiastici che usano la res publica e la religione per i loro affari personali; manager di stato e privati che fanno miliardi attraverso la truffa, il raggiro e la corruzione e talvolta ci scappa anche un qualche piccolo omicidio ben dissimulato; donne che acquisiscono rispettabilità, fama e ricchezza prostituendosi e basta che il prostituirsi non appaia come tale ma possa nascondersi sotto etichette del tipo "emancipazione", "determinazione", "motivazione", "capacità d'impresa", "coraggio nella decisione", "impegno civile", "responsabilità istituzionale", "solidarietà", "amore per gli altri", ecc.

Questi personaggi danno vita, tutti insieme, ad una frenetica e squallida storia di sesso, potere e denaro in cui ipocrisia sociale e individuale, inconsistenza morale, miseria culturale, evanescenza intellettuale la fanno da padroni. Appunto: la fotografia esatta del nostro tempo.