Le deliberazioni assembleari di S.p.A. verbalizzate dal notaio

Le deliberazioni assembleari di S.p.A. verbalizzate dal notaio

di Adolfo Tencati

Il verbale dell'assemblea di S.p.A. consente ai presenti di verificare la coerenza dei lavori assembleari con l'ordine del giorno, rendendo altresì noti agli assenti i passaggi essenziali della discussione ed i suoi esiti deliberativi. Nonostante quest'importante funzione, il verbale dell'assemblea di S.p.A. (previsto dall'art. 2375 c.c.) è argomento sul quale scrittori e giudici non sembrano diffondersi con particolare ardore. Scopo del lavoro è, dunque, riflettere sulla fattispecie ex art. 2375 c.c., nell'ottica del notaio. Quando la materia è particolarmente importante, e dunque assegnata all'assemblea straordinaria, l'intervento del notaio - prima consulente degli amministratori e dei soci, e poi pubblico ufficiale verbalizzante -, soddisfa il bisogno di certezza e legalità, da sempre insito nelle deliberazioni societarie a carattere straordinario.