L' onore dei Kéita

L' onore dei Kéita

di Moussa Konaté

Se nella prima indagine, L'assassino di Banconi, il razionale commissario Habib e il fedele ispettore Sosso avevano dovuto mettere a soqquadro un quartiere della capitale Bamako, questa volta le indagini seguono il corso del fiume Niger fino a giungere nel piccolo villaggio di Nagadji. Bagnato da un'affluente del grande fiume, Nagadji è un villaggio chiuso e ostile verso gli stranieri in cui ha un grande potere la nobile stirpe dei Keita. Senza rivelare la loro identità l'astuto Habib e l'irruento Sosso cominciano le indagini che li portano a scoprire che la prima vittima trovata in un cantiere edile a Bamako, che il fiume aveva trasportato dalla capitale, era molto vicina all'influente famiglia. L'intrico familiare si mostra fitto e complesso, l'onore della famiglia è in pericolo, e le morti intorno a questa vicenda cominciano a proliferare. Il villaggio viene scosso proprio nei giorni dei festeggiamenti per il ritorno del grande antenato. Nelle descrizioni del folklore locale, delle credenze e dei riti magici, Moussa Konaté ci guida all'interno delle tradizioni e delle leggi non scritte della cultura africana, e il giallo si apre a molteplici possibilità divenendo una saga familiare che abbraccia l'intero modo di vivere di un popolo alla svolta di un tempo che cambia, sospeso tra tradizione e progresso.