Blood (sangue)

Blood (sangue)

di Ernesto Scalenghe

È il 1993 ed in compagnia di due funzionari svedesi, si parte per una visita di stabilimento al sud. Durante il viaggio, uno dei due funzionari, sentendosi male, innesca una serie di problemi che creano delle situazioni ridicole ed allo stesso tempo imprevedibili.

Anche un notevole spavento per un episodio in particolare, butta nel panico me e tutte le persone vicine. Uno dei due durante la prima notte in hotel si sente così male, da farci pensare che sia sull'orlo della morte, o addirittura già morto. La serie di vicissitudini che seguiranno metteranno tutti a dura prova.