La chimica del sangue

La chimica del sangue

di Alessio Rigillo

I russi nel 2030 hanno inventato un'arma capace di distruggere il nemico e che nessun radar è in grado di intercettare. Il progetto finisce nelle mani del generale Miramonti che, prima di cadere vittima di un agguato, riesce a passare tutti i documenti conservati in una chiavetta usb a un giovane soldato che in treno sta facendo rientro in Italia dalla Germania a seguito di alcune ferite riportate in guerra. Il nome del soldato semplice è Samuel Medici della Fanteria dell'Esercito Italiano e da questo momento la sua vita non sarà più come prima.

Entrato ora nel mirino degli interessi di potere sia della Russia che dell'Italia, la sua vita è in costante pericolo e nella fuga incontra amici di cui può fidarsi e inaspettati traditori, ma l'aiuto del brigadiere dei Carabinieri Federico Conti e della sorella Elena, di cui Samuel si innamorerà, sarà fondamentale per portare a termine la sua missione: consegnare i documenti segreti al Presidente del Consiglio italiano Amedeo Olivieri per scongiurare una strage di innocenti. Ma la sete di potere e la brama di denaro corrompono anche personaggi inaspettati, ecco allora che dietro ogni pagina si svela un colpo di scena, un agguato mortale, cosicché morte e vita, amore e odio sembrano tessere una trama in cui Samuel Medici più volte resta intrappolato alla ricerca di una via di salvezza.