Petrarcheschi segni di memoria. Spie, postille, metafore

Petrarcheschi segni di memoria. Spie, postille, metafore

di Andrea Torre

Muovendo da una attenta analisi del corpus petrarchesco, Andrea Torre mette in luce la singolare importanza che le tecniche della memoria ebbero nell'esperienza intellettuale e nella produzione letteraria del Petrarca: nel suo modo di annotare i manoscritti della sua biblioteca, nel suo uso di metafore, nella sua stessa scrittura. Il volume intende verificare il senso e le modalità dell'intervento di un'arte della memoria a sostegno dell'esperienza petrarchesca del ricordo, per comprendere fino a che punto la strumentazione retorica della mnemotecnica classica e il funzionalismo della "sancta memoria" medievale possano aver inciso sulle scelte intellettuali e morali dell'autore.